Meningite: 45enne morta a Firenze, scatta la profilassi

Nurses walk in a corridor  on September 20, 2013 at Lens' hospital. AFP PHOTO PHILIPPE HUGUEN        (Photo credit should read PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)

Meningite di tipo C. È quanto diagnosticato a una donna di 45 anni dai medici dell'ospedale di Santa Maria Nuova di Firenze: la paziente era stata ricoverata al pronto soccorso del nosocomio in condizioni gravissime. Nella giornata di ieri il decesso.

Tra gli accertamenti svolti spiega la Ausl Toscana Centro anche l'esame di Pcr che inviato al laboratorio di immunologia della Aou Meyer di Firenze ha confermato che la donna era affetta da sepsi da meningococco di tipo C.

Immediatamente sono state attivate tutte le procedure per eseguire l'indagine epidemiologica atta ad identificare i contatti stretti della donna per sottoporli a profilassi. La 45enne, residente a Firenze, secondo il database dell'Azienda sanitaria locale non era vaccinata contro il meningococco C.

Il presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss) Walter Ricciardi dice: "al momento rileviamo casi sporadici e il trend è in rallentamento, ma finché tutta la popolazione della Toscana residente nelle aree più colpite non si sarà vaccinata contro il meningococco C, ci saranno comunque dei rischi".

L'ultimo caso, aggiunge Ricciardi:"è un'ulteriore conferma della necessità della strategia già adottata dalla Toscana, con Iss e ministero della Salute, di vaccinare estensivamente innanzitutto tutti i residenti nelle zone più a rischio per i focolai già registrati". Infatti con le vaccinazioni "da inizio anno si è avuto un rallentamento nel trend dei casi in Toscana, ma la guardia deve restare alta: ad ammalarsi infatti non sono in particolare i bambini, già vaccinati contro il meningococco C, bensì gli adulti non vaccinati".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO