Messico, scoperta fossa comune dei narcos a Zitlala: 32 cadaveri da identificare

fossa-comune-messico.jpg

I cartelli della droga in Messico continuano a fare migliaia di vittime ogni anno e l’ultimo macabro ritrovamento è soltanto l’ennesima conferma di quanto la guerra al narcotraffico sia ancora molto lontana dal potersi considerare conclusa.

Le autorità di Zitlala, cittadina nello stato messicano di Guerrero, a sud del Paese, hanno scoperto una fossa comune contenente i resti di almeno 32 persone uccide dai narcotrafficanti. Le vittime - 31 uomini e una donna - sono state decapitate e gettate nella fossa, ma solo nove teste sono state abbandonate lì insieme ai corpi.

La scoperta è stata fatta in seguito a una segnalazione anonima giunta alle autorità locali, che al momento non hanno eseguito alcun arresto in relazione a al massacro. I resti sono già stati recuperati dalla fossa e inviati a Chilpancingo, capoluogo dello Stato, per essere analizzati e identificati.

Dall’inizio dell’anno allo scorso ottobre, nel solo stato di Guerrero sono stati commessi oltre 1.800 omicidi legati al narcotraffico.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO