Reggio Emilia: adescava minori spacciandosi per una donna, arrestato 40enne

carabinieri-crimeblog (1)

Un uomo di 40 anni è finito in manette nelle scorse ore, al termine di complesse indagini, con l'accusa di aver adescato, nell'arco di 10 anni, centinaia di adolescenti, sia all'uscita dalle scuole sia attraverso i social network.

Sono stati i carabinieri del Nucleo Investigativo di Reggio Emilia a spiegare di aver documentato "centinaia e centinaia di abusi commessi". I minori vittime della violenze sono, almeno per quanto scoperto finora, una trentina. Tra loro anche dei 13enni.

L'inchiesta è stata coordinata dalla procura di Bologna e denominata "Lost Innocence". L'arrestato avrebbe anche caricato su internet alcuni video dei rapporti sessuali ripresi di nascosto con i giovani secondo quanto risulta dagli accertamenti svolti.

Secondo gli investigatori l'uomo sui social si spacciava per una donna, era riuscito infatti a crearsi un credibile alter ego femminile particolarmente disinibito. Dalla finestra di casa sua l'arrestato gettava banconote ai minori in uscita dalla scuola inducendoli poi a salire a casa sua.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO