Sparatoria a Scampia, un morto e un ferito

La vittima è il pregiudicato Francesco Angrisano.

schermata-2016-12-12-alle-10-01-57.png

Torna al centro della cronaca Scampia, il quartiere alle porte di Napoli tristemente noto per essere uno dei centri della camorra. L'esecuzione si è svolta nella giornata di ieri, quando attorno alle 15 è partita l'esecuzione nei confronti di Francesco Angrisano, pregiudicato ed esponente del clan Vanella-Grassi, gruppo ribelle al clan egemone dei Di Lauro nella faida di Scampia.

Una sventagliata di colpi, tutti calibro 9 partiti da una mitraglietta, ha colpito quindi nel lotto G di Scampia, uccidendo Angrisano, 30 anni, e anche Antonio Pandolfi, 23enne che adesso lotta tra la vita e la morte. Anche lui può essere ricondotto al clan, ma è probabile che non fosse tra i bersagli.

I killer hanno agito in coppia, arrivando su uno scooter e facendo perdere rapidamente le tracce. Entrambi i colpiti sono stati soccorsi dagli abitanti della zona e accompagnati in ospedale. Per Angrisano non c'è stato nulla da fare, per Pandolfi c'è ancora qualche speranza.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO