Una tonnellata e mezza di pesce sequestrato dai carabinieri

[img src="http://media-s3.blogosfere.it/cronacaeattualita/d/d86/sequestrato-pesce-e-altri-cibi-in-tutta-italia-anteprima-600x400-937808.jpg" alt="Seafood: Norway lobsters, spider crabs, oysters, smoked salmon, young eels... (Photo by Jose R. Aguirre/Cover/Getty Images)" align="center" size="large" id="577656"]

I Carabinieri del Comando Politiche Agricole e Alimentari, dopo aver controllato decine di operatori del commercio all'ingrosso delle province di Roma e Napoli, hanno sequestrato circa 1,5 tonnellate di pesce prive dell'etichettatura e della documentazione previste dalle norme comunitarie e nazionali.

L'intervento dell'Arma ha impedito che finissero sulle tavole dei cittadini alici, cernie, gamberi, merluzzi, spinarelli, triglie, pesce spada e pesce sciabola di cui risultano del tutto sconosciute la data di cattura, le modalità di conservazione e la provenienza geografica e per questo potenzialmente pericolosi per la salute anche sotto il profilo igienico-sanitario.

I controlli straordinari proseguiranno a tutela dei consumatori a cui viene consigliato di porre attenzione all’etichettatura dei prodotti alimentari, verificando, in particolar modo, ingredienti e coadiuvanti tecnologici che potrebbero creare allergie o intolleranze, termine minimo di conservazione o data di scadenza, paese d’origine o luogo di provenienza.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO