Lo smog a Torino causa mutazioni genetiche a un bambino su due

Lo dice una ricerca universitaria condotta sui bambini delle elementari.

schermata-2016-12-21-alle-12-56-12.png

Un bambino torinese su due subirebbe mutazioni del dna a causa dell'inquinamento troppo elevato che si respira in città. Questo è il risultato dello studio Mapec Life condotta dall'Università di Torino con altri atenei italiani.

Sono stati studiati 1200 bambini tra i sei e gli otto anni che vivono nel capluogo piemontese, ma anche a Brescia, Perugia, Lecce e Pisa. Il progetto è stato finanziato dalla Commissione Europea.

A Torino si sono riscontrati i casi più seri tra le città indagate. Sono stati studiati gli effetti sul corredo genetico di 220 bambini appartenenti a tre diverse scuole elementari: il risultato è che il 53% dei campioni presentava almeno un segnale di mutazione al dna.

I dati sono resi peggiori dal periodo invernale in cui sono stati raccolti i campioni e vanno quindi presi con cautela, ma le analisi continueranno per capire se le trasformazioni siano causate solo dagli inquinanti o anche da altri fattori. I possibili danni che tutto ciò può causare alla salute, per il momento, non è ancora stato studiato; perché potrebbero insorgere solo a distanza di anni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO