Prato: tre lavoratori "a nero" nascosti nei bidoni dei rifiuti

municipalenapoli.jpg

Tre lavoratori "in nero" sono stati nascosti dentro i bidoni dei rifiuti, per la raccolta differenziata del biologico e della carta, per sfuggire a un controllo. È accaduto a Prato e fare la scoperta durante in un'azienda di pronto moda nella zona di San Paolo sono stati gli agenti della polizia municipale di Prato e gli ispettori del lavoro.

L'attività imprenditoriale è stata chiusa ed è scattato il sequestro penale dell'immobile. I due titolari, entrambi cittadini cinesi, sono stati denunciati alla procura. Il controllo era stato eseguito in un magazzino di 50 metri quadri dietro una casa utilizzata come alloggio per i lavoratori.

I due edifici erano separati da un cortile "ricoperto" da tettoie abusive e materiale ammassato tra cui due bidoni per la raccolta differenziata in cui erano stati nascosti i lavoratori in nero, immigrati senza i documenti in regola per la permanenza in Italia, hanno fatto sapere le autorità.

Su cinque postazioni tre erano vuote, ma ancora calde, così i controlli sono stati effettuati fuori: un operaio è stato scoperto dentro il cassonetto del biologico, gli altri due in quello della carta, sul cui coperchio erano state appoggiate delle cassette di frutta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO