Strage di Berlino: polizia diffonde foto di Amri alla stazione di Milano

amri_stazione_centrale_milano_foto

La foto di Anis Amri, il presunto responsabile della strage ai mercatini di Natale di Berlino, all'arrivo nella stazione centrale di Milano dopo l'attentato del 19 dicembre scorso, mentre era ricercato in tutta Europa. Mentre le indagini sul passaggio e sulla vita in Italia del tunisino (che era stato in carcere a Palermo) proseguono, la questura di Milano ha diffuso un fotogramma datato 23 dicembre, alle ore 00.58.

Due ore dopo Amri rimarrà ucciso nel conflitto a fuoco con la polizia a Sesto San Giovanni. Gli inquirenti ritengono che dopo essere passato da Lione e Chambery, e prima di arrivare a Torino e quindi a Milano, il terrorista tunisino si era fermato alla stazione di Bardonecchia (TO).

Dopo essere arrivato a Milano Amri avrebbe gironzolato nella zona della stazione centrale per una buona oretta, poi è salito sul bus che lo ha portato a Sesto San Giovanni. Intanto si alza l'allerta in Italia per il timore di vendette Isis contro le forze dell'ordine, il Viminale ha schierato oltre 1.800 agenti e 400 macchine in più al giorno.

Per garantire la sicurezza saranno attivate tutte le Unità operative antiterrorismo. "Si tratta di pattuglie addestrate dai Nocs che si muovono su macchine blindate e con la dotazione di fucili ad alta precisione. Sono sempre su strada e intervengono in caso di emergenza" spiega al Corriere della Sera Maurizio Vallone, capo del servizio controllo del territorio del Dipartimento della Pubblica sicurezza del Viminale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO