Napoli: 3,5 quintali di fuochi illegali sequestrati in un negozio di frutta

foto134.jpg Continuano in tutta Italia i sequestri di fuochi d'artificio illegali.

La scorsa notte i Carabinieri del Comando provinciale di Napoli hanno sequestrato e distrutto 3,5 quintali di materiale pirotecnico non sicuro: bombe da lancio con mortaio, razzi e batterie esplosive erano nascosti in un negozio di frutta.

Si trattava di fuochi fatti artigianalmente, senza le etichette necessarie.

Denunciato un uomo di 50 anni per detenzione e commercio abusivo di materie esplodenti.

È stata arrestata anche una donna di 70 anni, che nascondeva 104 ordigni sotto una bancarella.

Negli scorsi giorni, sempre nel napoletano, i carabinieri hanno scoperto in una casa di Sant'Anastasia 600 ordigni pirotecnici artigianali tutti nascosti in un armadio metallico. Una vera e propria bomba di 22 chilogrammi. Anche in quel caso si è proceduto all'arresto del cittadino che possedeva questo "arsenale", si tratta di un giovane di 21 anni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO