Istanbul, caccia all’uomo un Turchia dopo l’attentato al Reina

É in corso da ore a Istanbul la caccia all’uomo dopo l’attentato di stanotte nella discoteca Reina, costato la vita a 39 persone che stavano partecipando alla festa di Capodanno.

Le autorità turche hanno confermato che l’attentatore, armato di kalashnikov, avrebbe approfittato del delirio scatenato per darsi alla fuga senza venir notato. Lo ha riferito il Primo Ministro Binali Yildirim, secondo il quale tra le vittime ci sono anche 15 cittadini stranieri, in arrivo da Israele, Belgio, Libano, Francia, Tunisia e Arabia Saudita.

L’attentatore, secondo quanto ricostruito, avrebbe fatto irruzione nel locale dopo aver ucciso il poliziotto e la guardia presenti all’ingresso. Una volta dentro ha aperto il fuoco contro i presenti e si è dato alla fuga subito dopo.

Almeno 69 le persone rimaste ferite e attualmente ricoverate in ospedale, tre di loro in condizioni gravi.

L’attentato non è stato ancora rivendicato e non essendo nota l’identità dell’attentare non ci sono certezze sulla matrice. Il Presidente Recep Tayyip Erdogan ha parlato genericamente di gruppi terroristici che vogliono “provare a generare chaos e demoralizzare la nostra gente e il nostro Paese”.

attentato-istanbul-09.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO