Ndrangheta, arrestati 35 imprenditori

Controllavano gli appalti di mezza Calabria.

gdf_01.jpg

Controllavano gli appalti di mezza Calabria, dalla piana di Gioia Tauro, a Cosenza e nell'alto Tirreno cosentino: la 'ndrangheta riusciva a conquistare ogni appalto pubblico messo a gara grazie alla complicità di alcuni imprenditori.

Per questa ragione 35 imprenditori sono finiti in manette, con accuse di associazione per delinquere di tipo mafioso, associazione per delinquere finalizzata alla turbativa d'asta, turbata libertà degli incanti, frode nelle pubbliche forniture, corruzione e falso in atti pubblici.

Secondo gli inquirenti, il clan dei Piromalli ha messo le mani su 27 gare, attraverso la copertura di numerosissime società, sia calabresi che del nord Italia. Il metodo preveda la creazione di un cartello di imprese, unite in associazione, che presentavano le offerte in bianco; chi si occupava di riempire le offerte faceva in modo che la vittoria andasse a chi di dovere.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO