Modena: sindacalisti arrestati con l'accusa di estorsione

sindacalisti arrestati modena

Aggiornamento 10:15 - Dopo gli arresti dei due sindacalisti del SI Cobas, tra cui il coordinatore nazionale, lo stesso sindacato ha proclamato lo stato di mobilitazione nazionale. A Bologna è stato bloccato dalle 2 alle 5 di questa notte l'Interporto causando code di tir. Proteste oltreché a Modena anche a Piacenza, Milano, Parma, Brescia e Roma. “Questo sindacato ritiene l’episodio un attacco esplicito e gravissimo sia da parte padronale sia istituzionale alle legittime rivendicazioni delle migliaia di lavoratori suoi iscritti A quest’attacco politico frontale risponderemo da subito con l’unica arma che gli operai hanno a disposizione: l’autorganizzazione e la lotta” aveva spiegato il SI Cobas dopo gli arresti.

Due sindacalisti del SI Cobas sono stati arrestati a Modena dalla polizia con la grave accusa di estorsione aggravata e continuata ai danni di una nota azienda del modenese attiva nel settore della lavorazione delle carni.

Secondo quanto si apprende i due sindacalisti nazionali del SI Cobas sarebbero stati colti in flagranza di reato poco dopo aver intascato una somma di denaro estorta al presunto taglieggiato dietro la promessa di contenere le attività di protesta e di picchettaggio dei dipendenti nei confronti delle aziende del gruppo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO