Olbia: scoperta clinica di chirurgia plastica abusiva, pazienti in hotel

clinica chirurgia plastica abusiva olbia

Una clinica di chirurgia plastica abusiva è stata scoperta a Olbia e sequestrata dai carabinieri del Nas di Sassari e della Guardia di Finanza di Olbia. Una parte di un albergo adiacente alla struttura, in base alle indagini, veniva usato come stanze per il ricovero dei pazienti.

Secondo gli accertamenti eseguiti, dalla procura ma anche dall’Asl, sono state individuate nelle camere dell’albergo quattro pazienti operate il giorno prima che confermavano come il ricovero fosse stato programmato prima dell’operazione e che nella camera d'hotel ricevessero i controlli successivi all'intervento da parte dei medici e altri trattamenti post operatori come medicazioni e iniezioni endovena di antidolorifici.

Oltre alle significative violazioni riscontrate dai tecnici dell'Asl, Nas e Gdf hanno trovato anche lavoratrici in nero impiegate nella pulizia delle camere d’albergo e del poliambulatorio trasformato in clinica di chirurgia plastica. Delle pazienti della struttura, secondo quanto riporta la stampa locale, hanno denunciato gravi lesioni per interventi di addominoplastica a cui si sarebbero sottoposte.

Interventi, come altri che pure sarebbero stati praticati di rinoplastcia e mastoplastica, rigorosamente vietati dalla Direzione Generale della Sanità della Sardegna in strutture sanitarie che non offrono la possibilità di ricovero ospedaliero.

Secondo la Guardia di finanza di Olbia i circa 300 interventi chirurgici eseguiti nel 2016 nella struttura non sono stati completamente fatturati per circa 730.000 euro che sarebbero stati incassati dalla clinica abusiva senza rilasciare documenti fiscali.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO