Ucraina, ucciso un ex deputato russo critico di Putin

Un ex deputato della Duma, il Parlamento russo, Denis Voronenkov (45 anni) sulla lista dei ricercati internazionali di Mosca per frode e un tempo avversario politico molto critico del presidente Vladimir Putin, questa mattina è stato ucciso nel centro di Kiev, la capitale ucraina, dove si era trasferito lo scorso ottobre con la famiglia.

L'uomo è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco mentre camminava per la città quando un gruppo di sconosciuti ha aperto il fuoco quando l'ex deputato ha lasciato il suo albergo insieme a una guardia del corpo. Entrambi sono rimasti uccisi. Secondo quanto riferisce Repubblica Voronenkov, deputato russo comunista, sedeva nella Duma fino allo scorso ottobre. Dopo la mancata rielezione, persa l'immunità parlamentare, si era trasferito a Kiev. Lo scorso dicembre aveva ottenuto la cittadinanza ucraina e poi testimoniato contro l'ex presidente ucraino filorusso Viktor Janukovich.

Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha subito bollato l'omicidio come un atto di terrorismo di Stato da parte di Mosca, guadagnandosi la pronta replica del Cremlino che ha definito "assurdità" le accuse ucraine. L'ex deputato russo diversi mesi orsono aveva violentemente attaccato il presidente Vladimir Putin, condannando l'annessione della Crimea e paragonando la Russia alla Germania nazista.

170323085230-denis-voronenkov-file-photo-super-169.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO