Lamezia Terme, arrestati i vertici dell'aeroporto

Si chiama "Eumenidi" l'operazione della Guardia di Finanza che ha portato oggi all'arresto dei vertici della Sacal, la società che gestisce l'aeroporto di Lamezia Terme.

Finiti ai domiciliari il presidente, il direttore generale e la responsabile dell’Ufficio legale. L'indagine riguarda la gestione della società, con riferimento agli appalti, alle assunzioni e all'utilizzo di fondi pubblici.

Peculato, falso, abuso d'ufficio e diverse forme di concussione: questi alcuni dei reati contestati.
I pm parlano di assunzioni avvenute in base ad amicizie e non al curriculum.

Il procuratore capo Salvatore Curcio ha dichiarato ai giornalisti: "Il mercato del lavoro è stato gestito in maniera clientelare privilegiando soggetti vicini agli indagati e escludendo soggetti meritevoli".

Sono state chieste misure interdittive nei confronti dei 12 componenti del Consiglio d'amministrazione della società. In corso nuove perquisizioni nei confronti di quaranta persone che potrebbero essere coinvolte nei fatti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO