Hotel Rigopiano, sei indagati per la morte di 29 ospiti della struttura

A più tre mesi dalla slavina che ha travolto l’hotel Rigopiano di Farindola e provocato la morte di 29 persone, la Procura di Pescara ha iscritto sei persone nel registro degli indagati con accuse che vanno dall’omicidio colposo plurimo alle lesioni colpose.

Il presidente della Provincia Antonio Di Marco, il dirigente delegato alle Opere pubbliche Paolo D’Incecco, il responsabile della Viabilità provinciale Mauro Di Blasio, il sindaco di Farindola Ilario Lacchetta e il geometra comunale Enrico Colangeli devono rispondere del reato di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose,

La sesta persona indagate è il direttore del resort Bruno Di Tommaso, a cui viene contestata la violazione dell’art. 437 del codice penale - “chiunque omette di collocare impianti, apparecchi o segnali destinati a prevenire disastri o infortuni sul lavoro, ovvero li rimuove o li danneggia, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni” - e per non aver previsto il rischio di venir colpiti da una slavina nel Documento di valutazione del rischio per la sicurezza e la salute dei lavoratori della sua ditta, la Gran Sasso Resort spa.

Al momento della tragedia, infatti, le 40 persone presenti nella struttura si erano ritrovate nella hall dell’albergo per attendere l’arrivo dei mezzi di soccorso a sgomberare l’unica via di accesso all’hotel, ricoperta da oltre due metri di neve, permettendo così loro di andarsene.

La pulizia della strada non è stata effettuata, dicono i magistrati, nonostante il Piano neve approvato nelle settimane precedenti indicasse quel tratto della provinciale numero 8 come “strategico” e l’unica turbina di proprietà della Provincia predisposta per il comune di Farindola, e quindi per quel tratto di strada, non era funzionante da giorni a causa della mancanza di un pezzo di ricambio.

Le persone indagate hanno ricevuto in queste ultime ore gli avvisi a comparire e nei prossimi giorni saranno interrogate dai pubblici ministeri.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO