Monopoli, 77enne spinto dalla scogliera durante una rapina: arrestati due minorenni

scogliera-monopoli.jpg

4 maggio 2017 - Si aggrava la situazione dei due minorenni arrestati per l’omicidio di Giuseppe Dibello, spinto dagli scogli durante un tentativo di rapina e deceduto pochi istanti dopo. La Procura della Repubblica di Bari ha deciso di contestare ai due giovanissimi non soltanto il tentato omicidio del 77enne, ma anche il tentato omicidio dell’anziano che si trovava con lui in quel momento, il 75enne Gesumino Aversa, caduto in mare e riuscito a salvarsi grazie all’intervento dei passanti.

Per il 15enne e il 17enne, entrambi detenuti nell’istituto minorile Fornelli di Bari, omicidio volontario aggravato a scopo di rapina, tentato omicidio e tentata rapina. Intanto il più piccolo dei due, lo scrive oggi La Repubblica di Bari, avrebbe attribuito gran parte della responsabilità al 17enne.

20.30 - Due minorenni sono stati fermati oggi per l’omicidio del 77enne Giuseppe Dibello. Si tratta di due ragazzini di 15 e 17 anni, già trasferiti nell’istituto minorile Fornelli di Bari su ordine del Tribunale per i minorenni di Bari.

I due giovanissimi, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, avrebbero seguito Dibello e il suo amico dopo che il primo aveva ritirato la pensione, e una volta giunti in prossimità degli scogli avrebbero cercato di rapinare i due uomini, facendoli precipitare durante la colluttazione.

11.00 - Un uomo di 77 anni, Giuseppe Dibello, è deceduto ieri pomeriggio dopo esser stato spinto giù dagli scogli in località Cala Verdegiglio, a nord di Monopoli, in provincia di Bari. L’anziano si trovava con un suo coetaneo quando, secondo la ricostruzione degli inquirenti, due giovanissimi si sarebbero avvicinati con l’intenzione di rapinarli.

La situazione è degenerata quando i due anziani si sono rifiutati di collaborare e in tutta risposta sono stati spinti giù dai due ragazzini, fuggiti subito dopo. Dibello è deceduto dopo aver urtato la roccia, mentre il suo amico è caduto in acqua ed è riuscito a salvarsi.

Grazie alle informazioni fornire dall’anziano e da alcuni passanti, i militari della compagnia di Monopoli sarebbero riusciti a identificare alcune persone e stringere il cerchio intorno a due minorenni, sospettati di essere proprio i due che hanno provocato la morte di Dibello.

Le immagini delle telecamere di sorveglianza installate nelle vicinanze della scogliera di Cala Verdegiglio potrebbero fornire maggiori dettagli sulla dinamica e sull’identità degli aggressori.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO