Torino, è la madre l'assassina del neonato ritrovato in strada

L'assassina ha confessato tutto ai carabinieri che l'hanno sottoposta ad un breve interrogatorio nella nottata

untitled-design.png

Ha un nome e un cognome l’assassina del neonato abbandonato per strada a Settimo Torinese. E’ Valentina Ventura, 34 anni ex barista, che ha confessato dopo un breve interrogatorio da parte dei carabinieri che avevano già accumulato una serie di prove a suo carico. La donna è la madre del piccolo che è stato lanciato nel vuoto pochi minuti dopo il parto di fortuna fatto in casa.

Valentina ha nascosto a tutti la sua gravidanza. A chi chiedeva rispondeva di avere un gonfiore momentaneo. Non si sa se il suo compagno e convivente, un agente immobiliare, fosse al corrente della gravidanza. Il corpicino del piccolo era stato ritrovato per strada da un passante che lo aveva immediatamente avvolto in un panno e chiamato i soccorsi. Purtroppo la corsa in ospedale è stata inutile.

La donna abita nel palazzo di fronte a dove è stato trovato il neonato. I carabinieri durante un sopralluogo nel suo appartamento, a cui erano arrivati con estrema semplicità facendo qualche domanda nel quartiere, hanno trovato molte prove dell’avvenuto parto. La reo confessa ha anche una figlia di tre anni. Il padre di Valentina ha dichiarato di non saperne nulla della gravidanza. Dalle testimonianza, inoltre, è emerso il suo comportamento durante il ritrovamento del cadavere del figlioletto. Si è affacciata al balcone richiamata dal trambusto delle tv e dei giornalisti accorsi sul posto, poi è scesa da casa e si è incamminata senza tradire alcuna emozione. Una resistenza che è durata poco meno di un giorno.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO