Ministra dell’istruzione "bocciata" in storia: lo scivolone della Fedeli

fedeli bocciata in storia

Il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli rimandata in storia. Lo scivolone della ministra, già al centro di accese polemiche in passato perché senza laurea (nonostante il titolo accademico risultasse conseguito secondo la sua biografia sul sito del ministero), è occorso in occasione del Premio Cherasco Storia. Fedeli, come riportato anche dal sito del Miur, ha sostenuto che nel 1796 "Napoleone impose a Vittorio Emanuele III l’armistizio con cui decretò la capitolazione Sabauda".

Vittorio Emanuele III però diventerà re d’Italia oltre 100 anni dopo e quell'armistizio fu vergato in realtà da Vittorio Amedeo III. Una gaffe non da poco, una svista di appena un secolo. La ministra Fedeli su carta del Ministero scrive: "È qui che nel 1631 venne firmata la Pace che concluse la guerra del Monferrato, durante la peste che fa da sfondo ai Promessi Sposi. È qui che più tardi, nel 1796, Napoleone impose a Vittorio Emanuele III l'armistizio con cui decretò la capitolazione Sabauda".

Come mostra l'Huffington Post:

schermata-2017-06-06-alle-15-37-53.png

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO