Presentata la Giornata mondiale del rifugiato: "Trovare soluzioni durature"

La presentazione dell'appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Si celebrerà il 20 giugno, come ormai di consueto dalla sua istituzione nel 2001, la Giornata mondiale del rifugiato. Si tratta dell'appuntamento che commemora l'approvazione, risalente al 1951, della Convenzione sui profughi da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

L'hashtag e slogan di quest'anno è #WithRefugees: così l'Unhcr vuole sensibilizzare l'opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo costretti a fuggire da guerre e violenze.

Varie le iniziative in programma in Italia nei prossimi giorni. Ci sarà una partita di calcio che vedrà in campo l'Associazione Italiana Calciatori e una squadra di rifugiati; ci sarà anche una partnership con Eataly per offrire ai cittadini cene cucinate da chef rifugiati a Milano, Roma, Firenze e Bari.

Le varie iniziative in programma proveranno ad informare maggiormente i cittadini sulle difficilissime condizioni di vita di milioni di persone nel mondo: "La situazione a livello mondiale purtroppo non è migliorata. Sono ancora moltissime le aree in cui imperversano guerre, violenze, terrorismo, attacchi, persecuzioni di ogni genere nei confronti di milioni di persone", ha detto Carlotta Sami, portavoce Unhcr per l'Europa del Sud.

Sami sottolinea che "quello che vediamo in Europa non è che una frazione del disastro che abbiamo a livello mondiale".

La portavoce dell'Unhcr spiega che bisogna andare al di là delle emergenze: "Dobbiamo anche occuparci di trovare delle soluzioni che durino nel tempo e quindi abbiamo il dovere di guardare un po' più in là e ci stiamo rendendo conto che l'Italia ha capito il momento storico in cui viviamo che vuole accogliere bene e ha capito l'importanza dell'integrazione".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO