Parigi, 31enne si schianta contro un furgone della polizia sugli Champs-Elysées

Tragedia sfiorata nella giornata di ieri a Parigi, un fallito attacco compiuto da un 31enne francese già noto da tempo alle forze dell’ordine. É accaduto sugli Champs-Élysées, già teatro di un attacco lo scorso aprile, quando il 31enne, a bordo di un’automobile, si è andato a schiantare contro un furgone della gendarmeria.

L’auto ha preso fuoco e l’attentatore è morto nel giro di pochi minuti, senza alcuna conseguenza per i militari si trovavano all’interno e nei pressi del furgone. A bordo dell’automobile sono stati rinvenuti un fucile Kalashnikov, delle pistole e delle bottiglie di gas.

Il Ministro dell’Interno Gérard Collomb, parlando chiaramente di un tentato attacco, ha sottolineato come ancora una volta siano state “le forze di sicurezza a venar prese di mira in Francia”:

Nell'auto c'erano un certo numero di armi ed esplosivi che avrebbero dovuto consentire di far esplodere il veicolo.

L’uomo, identificato come il 31enne Adan Lofti Djaziri, era già noto alle forze dell’ordine dal 2013 ed era stato segnalato come soggetto a rischio. In queste ore quattro membri della sua famiglia - il padre, l’ex moglie, il fratello e sua cognata - sono stati fermati per accertamenti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO