Londra, omicidio di Pietro Sanna: la coinquilina ha confessato

LONDON, ENGLAND - FEBRUARY 15:  A Police Office stands in Parliament Square on February 15, 2015 in London, England.  (Photo by Dan Kitwood/Getty Images)

29 giugno 2017 - La ragazza arrestata due giorni fa per l’omicidio di Pietro Sanna ha fornito una piena confessione, senza però fornire una motivazione. La giovane, una ragazza bengalese con cittadinanza inglese, si trova in stato di arresto ormai da due giorni e Scotland Yard sta ancora cercando di ricostruire l’esatta dinamica del delitto e le sue motivazioni.

Al momento, però, nulla è trapelato.

28 giugno 2017 - Primo arresto a Londra per l’omicidio del 23enne italiano Pietro Sanna, ucciso a coltellate due giorni fa nella sua abitazione nel quartiere Canning Town in quello che in un primo momento era stato classificato come un caso di furto finito in tragedia.

Le autorità britanniche mantengono il massimo riserbo, ma la stampa locale ha riferito che la persona finita in manette sarebbe la coinquilina del giovane, la stessa che aveva lanciato l’allarme e che, subito dopo, aveva fatto perdere le proprie tracce.

L’ispettore capo Gary Holmes, nel confermare l’arresto, ha però precisato che le indagini sono ancora in corso e che ogni pista viene ritenuta valida. Per questo motivo l’agente ha invitato chi è in possesso di qualsiasi informazione legata al caso di farsi avanti e contribuire alle indagini.

Oggi, come da programma, nell’obitorio di East Ham si svolgerà l’autopsia sul corpo del giovane.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO