Piacenza: incontrava prostituta col furgone del Comune - video

Cinquanta dipendenti del Comune di Piacenza sono stati denunciati per la truffa dei cartellini di lavoro.

L'inchiesta mette in luce i diversi comportamenti dei dipendenti comunali, i quali - dopo aver timbrato la propria presenza sul luogo del lavoro - uscivano per trascorrere ore svolgendo affari personali.

Il caso più grave riguarda un 60enne che, in orario di lavoro, utilizzava un furgone del Comune di Piacenza per incontrarsi con una prostituta minorenne. Segnala l'Ansa che "in un caso pare abbia anche tentato di violentarla in un motel, ovviamente sempre in orario di lavoro".

Per non dare nell'occhio, l'uomo staccava gli stemmi del Comune ogni volta che utilizzava il furgoncino per usi personali, per poi riattaccarli al momento del rientro.

Per incastrarlo è stato necessario un lavoro di diversi mesi in cui le forze dell'ordine hanno utilizzato telecamere nascoste e hanno pedinato il 60enne così come gli altri "furbetti del cartellino".

Nel video in alto, alcune delle immagini registrate dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia Municipale di Piacenza.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO