Tamponamento Val di Susa, l'uomo al volante: "Volevo prendere il numero di targa"

Filtrano sulle agenzie e sulla stampa le dichiarazioni dell'uomo di 50anni che domenica ha tamponato una moto causando la morte della passeggera, Elisa Ferrero, e il ferimento del fidanzato, Matteo Penna.

Il 50enne, tra le lacrime, ha dato la sua versione dei fatti questa mattina davanti al gip Alfredo Toppino, durante l'udienza di convalido dell'arresto: "Non volevo uccidere. Ho solo cercato di raggiungerli per recuperare il numero di targa, visto che il ragazzo mi aveva dato un colpo allo specchietto del furgone", queste le parole dell'uomo riportate da Repubblica Torino.

Secondo la ricostruzione fornita dalla persona che è accusata di omicidio volontario: "La moto ha ridotto la velocità e io ho cercato di sterzare".

La Procura ha chiesto la convalida dell'arresto. Gli avvocati difensori stanno per nominare un perito di parte per ricostruire la dinamica dell'incidente. Le indagini della procura possono già contare su un video messo agli atti, si tratta di un filmato di una telecamera che mostrerebbe il momento dello scontro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO