Professore con 1500 giorni di assenza a Lodi: faceva l'avvocato a Vibo Valentia

Aveva collezionato 1.500 giorni di assenza in 5 anni: è stato arrestato e posto ai domiciliari oggi un professore che avrebbe dovuto insegnare in due scuole della Lombardia ma in realtà faceva l'avvocato in Calabria.

L'arresto, compiuto dalla Guardia di Finanza, è avvenuto oggi su ordine del Gip di Lodi. Le numerosissime ore di assenza collezionate dal settembre 2011 al febbraio 2017 erano giustificate da malattia, congedo biennale per assistenza a familiare e aspettativa per motivi familiari.

Il 55enne professore è stato pedinato dagli inquirenti: nel corso degli ultimi cinque anni si trovava quasi sempre a Vibo Valentia. L'uomo era o nel tribunale, o nel suo studio privato, o dal giudice di pace, sempre nella città in Calabria; quasi mai si trovava nelle due scuole dove doveva lavorare, cioè l'Istituto superiore di Codogno e l'Istituto Merli-Villa Igea di Lodi.

Ufficialmente risultava assente da scuola per malattie o altri motivi, come l'assistenza al padre malato, in realtà aveva partecipato a 250 udienze nel tribunale di Vibo (foto in alto), 123 davanti al giudice di pace della stessa città calabrese, 3 al Tar di Catanzaro.

Tra le carte che hanno permesso l'arresto, i certificati medici per giustificare le malattie: la lombosciatalgia acuta, patologia che normalmente si esaurisce in poche settimane, era durata anni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO