Milano, scarcerato con obbligo di firma l'aggressore del poliziotto

È stato scarcerato, con obbligo di firma, il 31enne che questo lunedì ha ferito un poliziotto fuori alla stazione Centrale di Milano.

L'uomo, originario della Guinea Bissau, aveva impaurito i passanti perché impugnava un coltello e gridava frasi sconnesse. Quando era entrata in azione la polizia, il 31enne per ha colpito con un fendente uno degli agenti, ferendolo sulla schiena fortunatamente in maniera lieve.

Il gip ha convalidato l'arresto ma ha negato la custodia cautelare in carcere come veniva richiesto dal pm. Secondo il gip infatti, il reato che si configura non è quello di tentato omicidio, in quanto "a terra sentendosi accerchiato dai poliziotti, tentò di divincolarsi e sottrarsi alla cattura, sferrando un colpo dove gli capitava", non un colpo "univocamente finalizzato a causare la morte del poliziotto".

Sempre secondo le parole riportate dal Corriere, il gip parla di "non eccessiva intensità dell’unico colpo sferrato che provocò solo un piccolo foro sul giubbotto antiproiettile".

Per il 31enne dunque è scattato solo l'obbligo di firma: dovrà presentarsi ai carabinieri dalle 20 alle 21 del lunedì, mercoledì e venerdì. Inoltre, in quanto irregolare, si attende la sua espulsione dal territorio italiano.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO