Spagna, riesumati i resti di Salvador Dalì: una donna sostiene di essere sua figlia

A 28 anni dalla scomparsa di Salvador Dalì, il corpo del geniale pittore surrealista spagnolo è stato riesumato ieri su richiesta di Maria Pilar Abel Martínez, una donna che sostiene di essere la figlia dell’artista.

Martínez, nata nel 1956 da una donna che sosteneva di aver avuto una breve relazione col pittore, aveva tentato per anni di provare quella paternità. Nel 2007 ci aveva provato con un test del DNA eseguito su dei campioni estratti dagli oggetti personali di Dalì, ma il risultato non era stato soddisfacente e così si è rivolta a un tribunale di Madrid per chiedere che venisse riesumato il corpo del pittore.

Ieri, dopo il sì del tribunale, i resti di Dalì sono stati riesumati dalla cripta di Figueres in cui erano sepolti sotto al celebre Museo Dalí. Nell’arco di quattro ore gli esperti hanno prelevato dei campioni dai genti, dalle ossa e dalle unghie di Dalì e procederanno nelle prossime ore con l’esame del DNA.

Se i test dovessero confermare quanto sostenuto dalla donna, Maria Pilar Abel Martínez potrebbe reclamare parte dell’eredità di Salvador Dalì, lasciata dal pittore - deceduto all’età di 84 anni senza aver avuto figli - allo stato spagnolo.

A casket is carried inside the Teatre-Museu Dali (Theatre-Museum Dali) as forensic examiners arrive for the exhumation of Salvador Dali's remains in Figueras on July 20, 2017. Twenty-eight years after his death, Salvador Dali will be exhumed today to determine whether he is the biological father of Pilar Abel, a 61-year-old clairvoyant who claims to be the only daughter of the great Spanish master of surrealism.  / AFP PHOTO / LLUIS GENE        (Photo credit should read LLUIS GENE/AFP/Getty Images)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO