Latina: cava dismessa utilizzata come discarica di rifiuti tossici - video

L'operazione della Polizia di Stato in provincia di Latina

Una cava dismessa trasformata in discarica per rifiuti tossici: un'operazione della Polizia di Stato ha permesso di individuare la discarica abusiva e di arrestare le persone coinvolte nei traffici illegali.

La cava dimessa si trovava in provincia di Latina. È lì che arrivavano decine di camion e vari macchinari per interrare sostanze pericolose.

L'inchiesta ha visto ben 22 persone arrestate: i destinatari dei provvedimenti cautelari dovranno rispondere di diversi reati ambientali, di traffico illecito di rifiuti, di associazione a delinquere e di altri reati.

Il procuratore aggiunto di Roma Michele Prestipino ha così commentato: "Attività selvaggia, proseguita a lungo nel tempo, fatta in assenza di qualsiasi forma di autorizzazione". Prestipino ha aggiunto che sono in corso analisi per capire se ci sono pericoli per i cittadini che bevono l'acqua della sorgente che si trova a pochi metri dalla cava: "Il nostro consulente e gli organi amministrativi preposti hanno avviato degli accertamenti per verificare quali conseguenze possano essersi determinate sulla genuinità delle acque ed evitare così qualsiasi danno alla salute".

Tra gli altri reati contestati, anche la fittizia intestazione di beni e l'autoriciclaggio. Sono state sequestrate varie società o quote societarie, così come fabbricati industriali e terreni.

Il video in alto, diffuso dalla Polizia, mostra alcune delle attività illegali compiute nella cava.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO