Migranti e incendi, Minniti traccia il bilancio di Ferragosto


Come di consueto, si è svolta oggi la tradizionale conferenza stampa di Ferragosto del ministro dell'interno. In quest'occasione, Marco Minniti ha tracciato il bilancio relativo alla questione dei migranti, all'ordine pubblico nel Paese e alla situazione degli incendi.

Per ciò che riguarda i migranti, Minniti ha detto che "il quadro della migrazioni non è congiunturale ma un fenomeno epocale".

Il titolare del Viminale ricorda che "i dati ci dicono che abbiamo una lieve flessione rispetto ai dati dello scorso anno" e che "serve cautela per approcciare i dati". "Il principio fondamentale è la sicurezza dei cittadini, dobbiamo governare e non subire i flussi", ha dichiarato.

Annunciando per il 28 agosto una riunione speciale dei ministri dell'Interno di Italia, Libia, Ciad, Mali e Niger, Minniti ha detto: "In Libia comincia a muoversi qualcosa. Era fondamentale che la Libia, pur in un quadro di instabilità, producesse un doppio movimento, il primo nel controllo delle sue acque territoriali, il secondo nel controllo del confine Sud dal quale oggi passano i migranti ma domani potranno passare i foreign fighters di ritorno".

In relazione agli incendi, Minniti ha sottolineato i dati particolarmente allarmanti di quest'anno: "L'Italia ha affrontato una situazione difficile, da inizio anno c'è stato un più 70% di incendi con una media di oltre 1000 interventi al giorno". Il titolare del Viminale ha ringraziato la Protezione Civile e le forze dell'ordine impegnate, promettendo l'impegno di "rafforzare l'iniziativa di prevenzione verso l'attività dolosa, perché gran parte degli incendi sono di carattere doloso". Tra i mezzi in campo, anche le nuove tecnologie saranno utilizzate per prevenire gli incendi dolosi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO