Germania, infermiere sospettato di aver ucciso 90 pazienti

SPIEGEL Plus SPIEGEL 44/2016 S.52 Krankpfleger Niels Högel 

Si aggrava sensibilmente la posizione dell’infermiere tedesco Nils Högel, arrestato nel 2015 e già condannato all’ergastolo per l’omicidio di sei suoi pazienti e il tentato omicidio di altre due persone nella clinica in cui lavorava a Delmenhorst, nella Bassa Sassonia.

Le autorità, nonostante la condanna, non avevamo mai chiuso le indagini e in questi ultimi mesi hanno analizzato le cartelle cliniche di tutti i pazienti delle strutture in cui, tra il 2000 e il 2005, Högel aveva prestato servizio. Gli agenti sono così riusciti ad accertare altri 84 omicidi, che portano così a 90 il totale delle persone uccise dall’uomo, quasi tutte tramite iniezioni di un farmaco che provoca l'arresto del sistema cardiovascolare.

Il capo della polizia di Oldenbourg, Johanne Kühme, ha confermato gli altri 84 omicidi accertati e rivelato che quei decessi potrebbero essere soltanto la punta dell’iceberg:

Più di 130 pazienti sono stati cremati e non è più possibile accertare le cause del loro decesso.

Al di là dei nuovi accertamenti e del nuovo processo a cui l’uomo sarà sottoposto, Nils Högel trascorrerà il resto della propria vita dietro le sbarre, come già disposto dalla prima sentenza emessa nei suoi confronti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO