Torino: 16enne violentato e bullizzato per un anno e mezzo da due compagni di scuola

Ha preso il via il processo relativo ad uno dei - purtroppo - tanti casi di bullismo che avvengono in Italia. I fatti sono accaduti nella periferia di Torino ed iniziati nel 2013. La vittima è un ragazzo allora 16enne, preso di mira da due compagni di scuola più grandi di lui.

Le vessazioni subite dal giovane, col passare del tempo, diventavano sempre più estreme. Il 16enne è stato costretto ad umiliazioni come mangiare escrementi o appartarsi con una prostituta per "dimostrare la virilità".

Le angherie sono sfociate in violenza sessuale, visto che i due accusati sono arrivati a seviziare con un ombrello il compagno di scuola.

Lunghissimo il periodo durante il quale sono andati avanti soprusi e violenze: da febbraio 2013 a settembre 2014.

Come spesso accade in questi casi, la vittima degli abusi non aveva la forza per denunciare l'accaduto. Le vessazioni sono emerse perché un giorno il giovane è stato trovato infangato e in stato di ipotermia in un terreno allagato nella periferia della città. Portato in ospedale, i carabinieri hanno poi scoperto che si trattava di uno dei tanti abusi subiti.

"Non è mai successo niente di tutto questo", è ciò che hanno sostenuto i due imputati in aula. Uno dei due, come riportato dall'Ansa, ha dichiarato: "Solo una volta siamo venuti alle mani durante un litigio per questioni sul calcio. Ma poi abbiamo fatto pace. Eravamo amici e spesso era lui a contattarci per uscire".

I due imputati sono accusati di stalking e violenza sessuale.

Nel video in alto le immagini relativi ad un altro caso di bullismo avvenuto in Piemonte, a Novara.

Foto: HieuMarco/Wikipedia

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO