Roma: migrante eritreo insultato e aggredito da 4 ragazzi

Il 30enne ha riportato ferite al volto

Nuovo caso di razzismo a Roma. Vittima ancora una volta un migrante ospite di uno dei centri accoglienza della città.

I fatti sono accaduti mercoledì sera in Via di Grotta di Gregna, nella zona orientale della capitale. Un eritreo di 30 anni, che stava rientrando a piedi verso il presidio di via del Frantoio, è stato avvicinato da un'automobile con quattro persone a bordo.

I quattro, tutti giovani, hanno in un primo momento aggredito verbalmente il 30enne, gridandogli vari insulti e dicendogli anche "negro". Dalle parole, i quattro italiani sono passati alla violenza fisica: uno di loro ha infatti sferrato un pugno che ha colpito il cittadino eritreo al volto.

La vicenda è stata raccontata dalla Croce Rossa di Roma, che spiega anche che il giovane ha riportato fratture al volto e potrebbe essere sottoposto ad operazione chirurgica.

"Siamo sconcertati, va fatta luce e chiarezza su questa vicenda. Chi alimenta tensioni faccia un passo indietro", è l'appello di Debora Diodati, presidente della Croce Rossa di Roma.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO