Travolto da furgone a Condove: Matteo Penna dimesso dall'ospedale

Arriva oggi una buona notizia relativa al drammatico fatto di cronaca avvenuto lo scorso 9 luglio a Condove, in provincia di Torino: Matteo Penna, il ragazzo travolto da un furgone quando era in sella alla sua moto, è stato dimesso dall'ospedale.

Penna era in moto con la sua fidanzata Elisa Ferrero, che ha perse la vita sul colpo.

L'incidente fu causato dal furgone guidato da Maurizio De Giulio, ora in carcere con l'accusa di omicidio: prima una banale lite per questioni di precedenza ad un incrocio, poi l'inseguimento della moto, infine lo speronamento all'altezza della rotonda all'ingresso della cittadina in Val di Susa.


Il 29enne alla guida della moto è stato dimesso dal reparto di Neuroriabilitazione dell'Unità Spinale del Cto e dovrà affrontare ora un lungo percorso di riabilitazione a casa: non ha recuperato totalmente l'utilizzo della gamba sinistra, è ingessato ad un braccio e soffre di un deficit mnesico-attentivo.

Penna venne a sapere della morte della fidanzata solo diverse settimane dopo l'incidente, quando uscì dal coma.

"Sono contento di tornare a casa, così i miei genitori non saranno più costretti a fare avanti e indietro dall'ospedale. Ma non sarà facile", sono le sue parole dette agli amici e riportate dall'Ansa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO