Foggia: sostanze dopanti, 4 arresti dopo morte culturista - video

Si chiama operazione Spartacus quella che ha portato all'arresto di quattro persone dopo la morte di un culturista nell'aprile del 2016.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Foggia e portate avanti da Polizia e Guardia di finanza, erano state avviate in seguito alla morte di Giovanni Racano, un body builder di Foggia che si stava preparando per una gara e fu colto da malore che gli fu fatale.

Il padre del giovane, dopo la morte del figlio, presentò denuncia perché temeva che il decesso fu causato dalle sostanze dopanti.

Le indagini sono iniziate pedinando il preparatore atletico di Racano, poi gli investigatori hanno centrato la loro attenzione su altre persone che gravitano nell'ambiente del body building nella provincia di Foggia.

Nella palestra frequentata da Racano sono state sequestrate 300 fiale di medicinali. Le indagini hanno permesso poi di scoprire il deposito dove i farmaci venivano stoccati prima di essere venduti.

Le persone arrestate sono finite ai domiciliari per violazioni della normativa antidoping e commercio di farmaci attraverso canali diversi dalle farmacie aperte al pubblico.

In alto il video relativo all'operazione Spartacus.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO