Haribo Check: tv pubblica tedesca denuncia schiavismo in Brasile

Si chiama "Haribo Check" il reportage della tv pubblica tedesca Ard che mette in luce inquietanti scenari relativi alle modalità di lavoro utilizzate per produrre i popolari e amati orsetti gommosi.

Il documentario dura 44 minuti e si sofferma principalmente su due elementi: l'utilizzo in Brasile di lavoratori sottopagati e trattati come schiavi; le condizioni allarmanti in cui vengono tenuti i maiali negli allevamenti in Germania.

I giornalisti della tv tedesca sono andati in Brasile per verificare le condizione nelle quali sono costretti a lavorare gli uomini impegnati nelle piantagioni di carnauba, dove si recupera la cera che viene utilizzata per la produzione degli orsetti gommosi. È lì che sono attive le aziende di fornitori che procurano poi la cera a Haribo.

I lavoratori di tali aziende, secondo l'accusa, sono pagati 10 euro al giorno, sono costretti a dormire all'aperto e possono bere solo acqua sporca di fiume. "Si tratta di schiavitù moderna, sono trattati come oggetti, peggio degli animali", sintetizzano i giornalisti di Ard.

Nell'inchiesta si parla anche del processo di produzione della gelatina, realizzato da un'altra azienda esterna che lavora in Germania e fornisce il prodotto ad Haribo. Il documentario testimonia che i maiali vengono trattati con estrema crudeltà.

Haribo ha risposto alle accuse del documentario riguardo le allarmanti condizioni di lavoro in Brasile dichiarando di aver aperto un'indagine sui propri fornitori: "Siamo estremamente preoccupati per le immagini mostrate, le condizioni delle piantagioni brasiliane sono insopportabili".

"Vogliamo portare gioia a bambini e adulti, non possiamo accettare il mancato rispetto degli standard sociali ed etici. Informeremo il pubblico sugli ulteriori sviluppi".

Foto: Aribo Check

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO