Corea Del Nord, il Giappone denuncia: tunnel crollato nel sito nucleare di Punggye-ri, almeno 200 morti

Almeno 200 persone avrebbero perso la vita nel crollo di un tunnel in fase di completamento nel sito nucleare di Punggye-ri, in Corea Del Nord, lo scorso 10 ottobre. Il condizionale, trattandosi della Corea Del Nord, è d'obbligo. A riferire dell'incidente non sono state fonti nordcoreane, ma l'emittente televisiva giapponese Asahi, che ha citato non precisate fonti a conoscenza dell'accaduto. Un primo parziale crollo sarebbe avvenuto il 10 settembre scorso e in quell'occasione circa 100 operai sono rimasti intrappolati.

Il secondo crollo sarebbe avvenuto un mese dopo, mentre le operazioni di soccorso erano ancora in corso. Il bilancio totale, sempre secondo le fonti giapponesi, sarebbe di 200 persone rimaste uccise tra il personale che stava lavorando al completamento del tunnel e le persone impegnate nei soccorsi.

A destabilizzare una situazione già precaria dopo anni di test nucleari a Punggye-ri sarebbe stato il test effettuato all'inizio di settembre, il sesto test nucleare condotto nel Paese.

L'Agenzia Meteorologica della Corea Del Sud ha fatto sapere che il test nucleare del 3 settembre scorso avrebbe provocato un cratere di circa 60-100 metri nel cuore della montagna e ha precisato che altri test nucleari potrebbero peggiorare ulteriormente la situazione e provocare la fuoriusciti di materiale radioattivo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO