Russia, da un areo cadono lingotti d'oro per un valore di oltre 300 milioni di euro

La causa è la rottura del portellone.

Lingotti caduti da aereo in Russia Siberia

Questa mattina presso l'aeroporto di Yakutsk, nella Siberia Nord-Orientale, è avvenuto un fatto davvero curioso: un aereo cargo Antonov An-12 della Nimbus Airlines ha perso lingotti d'oro in fase di decollo. È successo a causa di un guasto al portellone, probabilmente dovuto al vento troppo forte e contestualmente al fatto che il carico, evidentemente, non era stato fissato bene.

L'aereo trasportava 3,4 tonnellate di oro, platino e pietre preziose (soprattutto diamanti a quanto pare) e durante il decollo ha perso circa 170 lingotti d'oro. La maggior parte sono stati recuperati perché erano caduti sulla pista, ma non è escluso che alcuni lingotti siano caduti nella tundra gelata sottostante.

Il valore del carico dell'aereo era in totale di 22 miliardi di rubli, che corrispondono a circa 340 milioni di euro. La destinazione era Krasnoyarsk, perché il carico era destinato alla miniera Kupol.

Il portellone della stiva si è aperto e i lingotti sono caduti, a testimoniare la veridicità del fatto ci sono foto che sono state pubblicate sui social network dagli addetti alla pista. Secondo il quotidiano Siberian Times i tecnici addetti al decollo dell'aeroporto di Yakutsk sono stati arrestati.

Dopo la pioggia di oro e diamanti, l'aeroporto è stato chiuso per permettere alle guardie di sicurezza di recuperare il preziosissimo materiale. L'aero è atterrato poco dopo nel vicino aeroporto di Magadan, che dista poco più di 20 km da Yakutsk. A bordo c'erano solo cinque persone e nessuna ha riportato danni, solo lo spavento per la perdita di un carico decisamente speciale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO