Reggio Calabria, donna uccisa in auto mentre era con l'amante

Lui, vicino agli ambienti della 'Ndrangheta, è rimasto solo ferito.

Reggio Calabria donna uccisa con amante

Nella tarda serata di ieri, venerdì 16 marzo 2018, una donna è stata uccisa a Reggio Calabria mentre era appartata in auto con il suo amante vicino al torrente di Gallico, nella periferia della città, una zona molto frequentata dalle coppiette.

La vittima si chiamava Fortunata Fortugno, di 48 anni, il suo amante Demetrio Logiudice, di 53 anni. Entrambi erano sposati con altre persone. Lei è stata freddata, colpita alla testa da colpi di pistola che hanno trapassato il finestrino, lui, invece, è stato solo ferito a un braccio. Gli inquirenti guidati dal procuratore vicario Gaetano Paci hanno a lungo interrogato l'uomo.

Tra l'altro Logiudice è un personaggio noto alle forze dell'ordine perché è stato coinvolto nel processo Eremo e anche condannato, ed è considerato amico di boss della 'Ndrangheta piuttosto importanti. Il procuratore Paci infatti ha spiegato:

"Stiamo lavorando e al momento non possiamo escludere alcuna pista. Di certo, possiamo dire che Demetrio Logiudice è un personaggio noto e già in passato è assurto agli onori delle cronache per essere stato coinvolto nel processo Eremo, in cui è stato pure condannato. La sua caratura criminale è tale da attirare attenzione all'interno di dinamiche associative, ma per adesso non escludiamo nulla"

Sono varie dunque le piste che gli inquirenti dovranno valutare, perché al di là dei possibili legami con la 'Ndrangheta, c'è anche la possibilità che si tratti di un omicidio per motivi passionali.

Bisogna dunque capire se Fortunata Fortugno era il vero bersaglio o se è stata un danno collaterale e il vero obiettivo era Logiudice, noto come Mimmo 'u boi (il bue).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO