Francia, guida alpina soccorre migrante incinta: rischia 5 anni di carcere

L'uomo è indagato per violazione delle leggi sull'immigrazione.

Guida alpina francese

In Francia le leggi sull'immigrazione sono piuttosto severe e ora una persona che voleva solo fare del bene e che si è ritrovato in una situazione di pura emergenza rischia addirittura di finire in carcere per cinque anni.

È successo a una guida alpina che lo scorso 10 marzo ha aiutato una famiglia di migranti nigeriani: una donna incinta all'ottavo mese, suo marito e i loro due figli di due e quattro anni e mezzo. La notizia è stata diffusa oggi, nove giorni dopo l'accaduto, da un'associazione umanitaria attraverso un comunicato stampa.

L'associazione spiega che la guida alpina ha incontrato la famiglia di migranti nei pressi del Passo del Monginevro, a circa 1900 metri di altitudine. Stavano cercando di superare il confine tra Italia e Francia. Vedendoli in difficoltà lo ha caricati tutti e quattro sulla propria auto e si è diretto verso l'ospedale che si trova alle porte di Briançon.

La guida alpina non è riuscita a raggiungere l'ospedale con la sua auto perché è stata bloccata da una pattuglia della Gendarmerie. L'uomo è stato così fermato e portato in caserma, mentre la donna è stata portata in ambulanza al pronto soccorso e lì ha partorito.

Ora la guida alpina rischia cinque anni di carcere perché è indagata per violazione delle leggi sull'immigrazione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO