Mantova, 94enne senza eredi lascia 5 milioni al Comune

sindaco-mantona-palazzi.jpg

Una donna di 94 anni, Carla Alberti, ha lasciato la propria eredità al Comune di Mantova in cui era residente da decenni, assicurandosi però prima di morire che quelle importanti somme fossero destinate all'assistenza agli anziani e ai più bisognosi.

Alberti, moglie dell'ex vice-direttore della Banca Agricola Mantovana Waifro Cattelani, non aveva figli e in assenza di eredi ha deciso di destinare il suo patrimonio da più di 6 milioni di euro tra titoli e contanti in beneficienza.

Al Comune di Mantova, come annunciato ieri in conferenza stampa dal sindaco Mattia Palazzi, sono destinati 5 milioni di euro in titoli, vincolati all'assistenza agli anziani. Il resto dell'eredità, 1 milione di euro in contanti, sarà invece diviso, per volere di Carla Alberti, a 17 diversi enti e associazioni di volontariato, tra i quali figurano alcune fondazioni che gestiscono le case di riposo nella provincia di Mantova e l'Associazione Italiana per la ricerca sul cancro (AIRC).

Questo il commento del sindaco Palazzi in conferenza:

Solo venerdì sono stato informato dal notaio. Rendo omaggio alla grande generosità della signora Alberti e al suo attaccamento alla comunità mantovana. [...] Mi confronterò con la giunta, con chi opera nel settore dell’assistenza agli anziani e, soprattutto, con Lodi. Faremo in modo che le risorse non svaniscano in pochi anni, ma lascino alla comunità qualcosa che rimanga nel tempo. Penso ad un servizio o ad un presidio per i bisognosi, soprattutto nel campo dell’assistenza ai malati di Alzheimer. I tempi non saranno brevi perché ci sono da rispettare le procedure di successione. Poi, troveremo il modo per ricordare la generosità della signora Carla.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO