Milano, farmacia cinese abusiva vendeva anche pillole del giorno dopo

Sequestrati circa 7mila prodotti per un valore di 70mila euro.

Farmacia abusiva cinese a Milano

C'era di tutto in una farmacia in zona Paolo Sarpi, la Chinatown milanese. La gestiva un cinese che non è in possesso del titolo di studi necessario per condurre un'attività del genere, ossia non è farmacista, e vendeva farmaci che necessitano di ricetta medica, ma che lì dentro potevano essere acquistati senza.

C'erano antidolorifici, sostanze sfuse sconosciute e persino pillole del giorno dopo nascoste in confezioni di integratori a base di erbe e radici. In totale erano circa 7mila i prodotti presenti nella farmacia abusiva, per un valore che si aggira attorno ai 70mila euro.

Il sequestro è stato condotto da parte degli agenti dell'Unità Anti Abusivismo della Polizia Locale di Milano mercoledì scorso, 21 marzo 2018, e la notizia è stata diffusa oggi.

C'erano molti farmaci da banco, ma anche altri prodotti di importazione cinese come antibiotici e antinfiammatori, tutti nascosti nelle scatole degli integratori. Su molti c'era la dicitura OTC, sigla di Over the Founder, che indica i farmaci da banco o di automedicazione, ma era nascosta da un'etichetta adesiva. Questo tipo di medicinali, pur non necessitando della ricetta medica, possono essere venduti solo in strutture in cui sia presente un medico o un farmacista.

Inoltre, tutti i prodotti trovati nella farmacia abusiva non avevano la prescritta autorizzazione per l'immissione in commercio rilasciata dal Ministero della Sanità, né le prescrizioni e le modalità d'uso in lingua italiana, ma solo con ideogrammi cinesi o al massimo in inglese. Anche i prodotti di erboristeria presenti erano privi di adeguata etichettatura.

Il vicesindaco Anna Scavuzzo ci ha tenuto a precisare:

"Questi tipi di reato sono particolarmente pericolosi perché possono danneggiare gravemente la salute proprio di coloro che invece stanno cercando una cura. Si tratta di farmaci importati illegalmente su cui non c’è nessuna certezza. È importante in questi casi rivolgersi a chi è autorizzato e ha competenze in materia"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO