Immigrati e religione in Italia: gli ortodossi superano i musulmani

Gli stranieri cristiani residenti in Italia raggiungono i 2,9 milioni.

La Fondazione Iniziative e Studi sulla Multietnicità (ISME) ha diffuso oggi il rapporto annuale sugli immigrati e le religioni in Italia, confermando come al 1° gennaio 2017 gli stranieri residenti in Italia che professano la religione cristiana ortodossa sono più numerosi di tutti gli altri.

I dati parlano chiaro: gli stranieri cristiani ortodossi sono 1.6 milioni, seguiti dai musulmani che sono circa 1.4 milioni. Gli stranieri cattolici, invece, superano di poco il milione e sono in lievissimo calo (-0,1%) rispetto allo scorso anno. Seguono, in questo ordine, i buddisti (188 mila), i cristiani evangelisti (124 mila), gli induisti (73 mila), i sikh (72 mila) e i cristiani copti (19 mila).

In totale, considerando anche le confessioni minori, gli stranieri cristiani residenti in Italia raggiungono i 2,9 milioni e sono in aumento (0,6%) rispetto allo scorso anno.

I dati della Fondazione ISME tengono conto soltanto degli stranieri regolarmente iscritti all'anagrafe in Italia. Nei numeri pubblicati sono sono inclusi gli stranieri irregolari nel soggiorno o non iscritti in anagrafe e neanche quelli che hanno già acquisito la cittadinanza italiana.

Sempre secondo il rapporto diffuso oggi, la Regione in cui risulta residente il maggior numero di stranieri di fede musulmana, inclusi i minorenni, è la Lombardia con ben 360 mila persone, circa un quarto del totale degli islamici presenti in Italia. Seguono l’Emilia Romagna con 178mila musulmani, il Veneto con 134 mila musulmani e il Lazio, dove ne risultano residenti circa 120 mila.

Allo stesso modo gli stranieri cattolici risultano presenti in maggioranza in Lombardia e Lazio, 273 mila e 153 mila rispettivamente.

cristiani-ortodossi-italia.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO