Arrestato 19enne che inneggiava al martirio


arresto terrorismo fossano cuneo

Aggiornamento ore 10:00 - Ha 19 anni il giovane arrestato alle prime luci del giorno di oggi dai carabinieri a Fossano, vicino Cuneo e non a Torino come trapelato nell’immediatezza del fermo. L’arrestato si chiama Ilyass Hadouz, è di nazionalità marocchina ed è accusato di istigazione a delinquere aggravata dalle finalità del terrorismo e partecipazione ad associazione con finalità di terrorismo internazionale. Residente nel centro alle porte di Cuneo, secondo i carabinieri del Ros il giovane inneggiava alla jihad e al martiro dai sui account social, da Facebook a Twitter, facendo propaganda sul valore dei jihadisti e sulla ricompensa che Dio concederà loro, esaltandone le gesta e invitando a replicarle. Nei post scritti sulla sulla sua pagina Facebook si parla ad esempio di come sia deprimente “morire di vecchiaia” e della punizione per i miscredenti “destinati a giorni neri che faranno imbiancare i capelli ai bambini”.

Torino: un altro arresto per terrorismo. Quarto blitz in tre giorni in Italia

Un altro arresto per terrorismo a Torino. Dopo il blitz di due giorni nel quale è stato fermato un giovane di 23 anni accusato di voler compiere attentati a bordo di un camion, oggi è finito in manette un cittadino di nazionalità marocchina residente nel capoluogo piemontese.

Le indagini e il nuovo arresto per terrorismo a Torino sono opera dei carabinieri del Ros e di quelli del Comando provinciale di Cuneo, per indagini coordinate dalla Procura distrettuale di Roma.

Le indaghi secondo quanto riferito dagli investigatori hanno ricostruito le "attività criminali" dello straniero "fortemente indiziato” di istigazione a delinquere per finalità di terrorismo e di far parte di una associazione di matrice jihadista.

Quella di stamattina è la quarta operazione contro sostenitori, presunti terroristi e attivisti del sedicente Stato Islamico in Italia.

Ieri mattina a Latina è stata smantellata quella che gli inquirenti hanno definito la rete di contatti italiana di Anis Amri, l’attentatore di Berlino, autore della strage al mercatini di Natale del 16 dicembre 2016, poi intercettato e ucciso una settimana dopo a Sesto San Giovani durante un controllo dalla polfer.

Il giovane arrestato per terrorismo a Torino mercoledì invece è accusato di partecipazione all'associazione terroristica dello Stato Islamico; si tratta di un italo-marocchino considerato autore del primo testo di propaganda dell'Isis in italiano.

Sempre due giorni fa a Foggia la polizia ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare a carico del responsabile di un centro culturale accusato tra l’altro di indottrinare giovanissimi a "combattere i miscredenti".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO