Le prime pagine di oggi 30 marzo 2018

Sulla maggior parte delle prime pagine di oggi 30 marzo 2018 continuano a tenere banco le trattative tra le forze politiche in vista delle consultazioni al Colle che si terranno a partire dal 4 aprile per dare un nuovo governo al paese. Se Renzi vorrebbe il PD sull’Aventino, a fare l’opposizione dura e pura, sperando di riguadagnare consensi, non tutto il partito è disposto a far quadrato sul segretario dimissionario.

Altre fette e altri big del partito, vedi l’ex ministro Dario Franceschini, sembrano pensarla diversamente, spingendo per un ruolo più attivo del PD, spiega Il Manifesto. Ecco perché, con i rapporti tra Lega Cinque Stelle che appaiono più freddi rispetti a qualche giorno fa, avanza l’ipotesi di un’intesa tra Movimento 5 Stelle e Partito Democratico. La Stampa in proposito parla di "Piano B" dei grillini.

Il Corriere delle Sera apre invece sulla strategia di Silvio Berlusconi per farsi riabilitare dai giudici europei e potersi quindi ricandidare superando gli effetti delle Legge Severino sulla non candidabilità per 6 anni dopo una condanna definitiva.

Altro argomento che campeggia sulle prime pagine di oggi 30 marzo è la reazione russa all’espulsione dei suoi diplomatici da Regno Unito, Stati Uniti e altri paesi europei a seguito dell’avvelenamento in Gran Bretagna dell'ex spia russa Sergei Skripal, avvelenamento la cui responsabilità è stata addebitata dalla premier inglese Theresa May ai servizi russi. Mosca per tutta risposta ha espulso ieri oltre 150 diplomatici da diversi paesi.

Sulle prime pagine dei giornali di oggi, molto spazio e dettagli sul blitz antiterrorismo di ieri alle porte di Roma che avrebbe smantellato la rete di contatti italiana di Anis Amri, l’attentatore di Berlino. Secondo la Repubblica la cellula voleva colpire nella metro capitolina.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO