Luigi De Filippo è morto: addio all'ultimo erede della "famiglia reale" del teatro italiano

Era figlio di Peppino De Filippo.

Il mondo del teatro saluta l'ultimo erede della dinastia De Filippo: Luigi si è spento a Roma all'età di 87 anni. Era figlio di Peppino, noto anche per i suoi film con Totò.

Luigi De Filippo, attore, regista e commediografo, aveva calcato il palcoscenico fino allo scorso gennaio, quando è stato in scena con "Natale in casa Cupiello" al Teatro Parioli di Roma, di cui era direttore artistico. Martedì 3 aprile, alle ore 11:30, si terranno i funerali nella Chiesa degli Artisti di Piazza del Popolo a Roma, la stessa che qualche giorno fa ha ospitato i funerali di Fabrizio Frizzi.

L'esordio di Luigi De Filippo in Teatro era avvenuto a 19 anni con una rivista da lui stesso scritta, "Questa sera alle nove", in cui recitò con i compagni di liceo, ottenendo subito un grane successo, poi, due anni dopo, ha debuttato con la compagnia di famiglia nel capolavoro di suo zio Eduardo, "Filumena Marturano".

Ha alternato cinema e teatro e nel 1973 ha debuttato al Teatro Parioli di Roma con la sua prima commedia, "Storia strana su una terrazza napoletana" in cui recitava proprio con suo padre Peppino. Nel 1978 ha fondato una compagnia tutta sua, ma ha continuato a recitare le commedie di famiglia cui ha affiancato anche opere di Pirandello, Molière e Gogol' e ha fatto delle tournée in Svizzera, Francia e Germania.

A Luigi De Filippo sono state assegnate diverse onorificenze: Commendatore nel 1997, Grande ufficiale nel 2004 e Cavaliere nel 2010. Ha anche vinto svariati premi, in particolare si è assicurato più volte il "Biglietto d'oro" perché le sue commedie erano le più gettonate a teatro.

Ha fatto delle incursioni anche in tv, in particolare negli sceneggiati Rai "Storie della Camorra" del 1978 e "La Piovra 3" del 1987. Era direttore artistico del Teatro Parioli dal 2011.

Luigi De Filippo

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO