Tiangong 1: la stazione spaziale è caduta nell'Oceano Pacifico [VIDEO]

Tiangong 1 stazione spaziale

Tiangong 1, la stazione spaziale di cui Cina perse il controllo nel 2016, è rientrata sulla Terra senza conseguenze. Salvata l’Italia, i frammenti della stazione spaziale sono finiti nell'Oceano Pacifico meridionale alle 2:16 di notte. Dopo gli allarmi dei giorni scorsi, poiché si temeva la caduta di parti della Tiangong 1 anche nel Bel Paese, qualche ora prima del rientro erano già state escluse conseguenze. Dopo un viaggio durato 2.375 giorni e 21 ore di orbita, dunque, la stazione spaziale cinese è caduta nell’Oceano Pacifico, come confermano l’agenzia stampa cinese Xinhua e l’esercito statunitense.

Il rientro sulla Terra da parte di Tiangong 1 era stato seguito in questi giorni con apprensione un po’ in tutto il mondo. La possibilità che i suoi frammenti finissero in centri abitati anche dell’Italia causando danni a persone o cose, ha impaurito non pochi. In realtà, la percentuale di possibilità che qualcuno o qualcosa potesse essere colpito sul territorio italiano dai frammenti della stazione spaziale cinese, erano molto basse. Nonostante fosse fuori controllo e nell’impossibilità di essere indirizzata in una zona specifica, era chiaro che sarebbero stati pochi frammenti della Tiangong 1 ad impattare sulla Terra e che il “grosso” sarebbe finito in mare aperto.

La notizia della caduta nell’Oceano Pacifico è stata confermata anche dalla Protezione Civile tramite il proprio sito ufficiale:

“Sulla base delle indicazioni disponibili, fornite dall'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) la stazione spaziale cinese Tiangong-1 è giunta al suo epilogo, entrando in contatto con l’atmosfera terrestre e impattando nell’Oceano Pacifico alle ore 00.16 UTC (02.16 ora italiana)”.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO