Trieste, uomo ucciso in casa: è stata la moglie

lotus_evora_s_carabinieri_12jpg

Nel tardo pomeriggio di ieri sera a Trieste, una donna ha telefonato al 118 chiedendo l'intervento di un'ambulanza. La 69enne Loredana Crasso ha raccontato di aver trovato il marito Fulvio Visintin, di anni 73, ferito nel salotto di casa. Gli operatori del 118, purtroppo, non sono riusciti a salvare la vita all'uomo ma hanno solo potuto constatare una profonda ferita all'addome inferta con un'arma da taglio.

La Questura di Trieste ha immediatamente iniziato a sospettare della donna, che ha fornito fin da subito una ricostruzione molto contraddittoria circa quanto accaduto nel suo appartamento. Messa alle strette dagli investigatori, la donna è crollata nella notte confessando di essere stata lei a sferrare la coltellata letale al marito nel corso di una discussione iniziata per futili motivi.

Secondo le prime ricostruzioni la coppia stava attraversando un periodo di crisi coniugale da diverso tempo e nella giornata di ieri avrebbe litigato lungamente prima del tragico epilogo. La polizia scientifica, intervenuta sul luogo, ha rinvenuto l'arma del delitto: un coltello da cucina ancora macchiato di sangue, che la donna aveva cercato di occultare per sottrarsi alle proprie responsabilità.

Dopo la confessione, il Sostituto Procuratore ha disposto il fermo della donna con il regime degli arresti domiciliari.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO