Liguria: pullman a fuoco in galleria, gli autisti salvano 48 studenti [VIDEO]

liguria pullman fuoco

Ancora disagi in Liguria per il pullman andato a fuoco all’interno della galleria Fornaci, tra i caselli di Savona e Spotorno dell’autostrada A10. L’incendio si è verificato venerdì, ma la chiusura del tratto autostradale è stato prolungato almeno fino a lunedì, poiché le fiamme che sono divampate all’interno della galleria hanno danneggiato le pareti e l’impianto di areazione. Secondo fonti locali, per percorrere il tratto tra Genova e Savona, nella mattinata di oggi sono stati impiegati ben 120 minuti. I lavori di messa in sicurezza della galleria termineranno con ogni probabilità dopodomani, lunedì 23 aprile, proprio per via degli ingenti danni causati dalle fiamme. I disagi riguardano sia il tratto gestito da Autostrade per l’Italia sia quello di Autostrada dei Fiori, che fa sapere:

“Per tutto il fine settimana sono previsti forti disagi a causa del cantiere - si legge nella nota -. Agli utenti che nei prossimi giorni intendono raggiungere la riviera di Ponente Autostrade per l’Italia consiglia di mettersi in viaggio solo se strettamente necessario o programmare le partenze tenendo in considerazione che i tempi di percorrenza della tratta fino a Spotorno saranno prevedibilmente molto superiori alla media”.

Secondo quanto riferisce Corriere.it, stanno tutti bene ma sono ancora sotto shock i 48 ragazzi che viaggiavano a bordo del pullman che da Senigallia era diretto in Francia. Si tratta degli studenti dell’Istituto tecnico professionale Padovano, che assieme agli insegnanti sono stati portati in una palestra di Spotorno, su invito del Comune locale. A causare le fiamme, a quanto pare, un guasto del mezzo, del quale per fortuna gli autisti si sono accorti in tempo, fermandosi e facendo scendere tutti. Sono stati comunque attimi di panico, per via del fumo che rendeva l’aria irrespirabile e per il fatto che la galleria fosse priva di una corsia di emergenza.

“Siamo scappati verso l’uscita del tunnel che era a 200-300 metri. Sono stati momenti di panico - racconta un tecnico di laboratorio che viaggiava con gli studenti - . Da bordo ci siamo accorti che qualche cosa non andava. C’era un odore di bruciato. Ma sono stati davvero bravi gli autisti”.

I due conducenti sono rimasti intossicati e sono stati costretti a ricorrere alle cure dei medici del San Paolo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO