Bolzano, uccisa in casa a coltellate. Il marito lascia un biglietto: sono stato io

I carabinieri di Bressanone hanno trovato il messaggio, scritto in tedesco, nella tasca della giaccia dell'uomo, poi fermato per omicidio. Ancora oscuro il movente.

omicidio a Bressanone

Omicidio a Bressanone (Bolzano) dove una donna di mezza età è stata trovata morta in casa sua questa notte, all'interno di un appartamento del Residenz Dominik. Secondo le prime informazioni il delitto risalirebbe ad alcuni giorni fa. Il cadavere presentava diverse ferite compatibili con la lama di un coltello, inferte all'altezza della gola.

"Sono io lʼassassino di mia moglie"

avrebbe scritto in un biglietto il marito della donna.

I carabinieri di Bressanone hanno trovato il messaggio - scritto in tedesco - nella tasca della giaccia dell'uomo, poi fermato con l'accusa di omicidio. Quando i militari dell'Arma sono arrivati a casa della coppia, il marito della donna non c'era. Qualche ora dopo il sospettato è stato visto vagare vicino alla stazione ferroviaria di Bressanone.

In evidente stato confusionale, l'uomo presentava diverse ferite sul corpo, forse a seguito della colluttazione con la moglie. I carabinieri non escludono che il presunto autore dell'omicidio a Bressanone volesse farla finita gettandosi sotto a un treno.

A scoprire il delitto dando l'allarme sarebbero stati i figli della donna che non riuscendo a rintracciarla al telefono si sono recati nell'abitazione dei genitori, trovando il corpo senza vita della madre disteso sul letto matrimoniale. A quel punto i figli avrebbe chiamato il padre che al telefono avrebbe risposto:

"sto cercando di raggiungere vostra madre".

Una volta portato in caserma l'uomo non ha aperto bocca, avvalendosi della facoltà di non rispondere. Il fermo è stato convalidato. Ancora oscuro il movente dell'omicidio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO