13enne picchiata e presa a bastonate dal padre per un selfie su Instagram

picchiata per un selfie

Avrebbe picchiato con violenza la figlia 13enne per un selfie su Instagram considerato poco opportuno. È accaduto nel Vimercatese (Monza) dove con questa accusa un padre di 40 anni, senza precedenti, è stato arrestato ieri dai carabinieri per maltrattamenti ai danni della figlia e della moglie. Anche la donna infatti sarebbe stata malmenata dall’uomo quando ha cercato di difendere la ragazzina dalle percosse.

L’arrestato, secondo quanto ricostruito dai Militari dell’Arma, domenica scorsa avrebbe ferocemente aggredito la figlia, prendendola a calci e a pugni, anche in viso, per un selfie giudicato di troppo postato su Instagram. L’uomo ha atteso che la figlia tornasse a casa e dopo averla percossa ha preso una tronchesina con cui le avrebbe tagliato le unghie delle mani prima di strapparle il piercing all’ombelico.

Quando la madre della ragazzina ha cercato di mettersi tra il marito e la figlia è stata anche lei malamente picchiata. Il giorno dopo la 13enne si è truccata in modo da camuffare i segni delle percosse, il padre però ha intimato alla moglie di andare a prenderla e portala a casa dove l’uomo avrebbe di nuovo picchiato la ragazzina questa volta con un bastone. Botte così forti da farle perdere conoscenza. A quel punto la madre della 13enne è fuggita di casa trovando rifugio da un’amica da cui avrebbe chiamato i carabinieri facendo arrestare l’uomo.  

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO